Unima italia

FAMIGLIA D ARTE NIEMEN

I Niemen, antica famiglia circense radicatasi in Piemonte, sono gli ultimi continuatori di quello che un tempo era indicato come il trattenimento del Gianduja. Da oltre 150 anni i Niemen portano in scena un repertorio pressoché inalterato, in cui Gianduja assume un ruolo determinante e risolutore. Seguendo gli spostamenti di Eliseo Bruno, che con il suo “Gran Teatro dei Burattini dei Fratelli Niemen” gira ancora capillarmente il Piemonte e la riviera ligure, è possibile imbattersi in rappresentazioni che sono veri e propri reperti, come La storia d’la vaca rusa, ovvero Gianduja guardiano del cimitero di Costantinopoli. Si tratta della testimonianza diretta di come gli spettacoli di burattini in tempi ancora relativamente recenti fossero rivolti all’intera comunità, senza l’attuale distinzione tra pubblico adulto e bambini.
L’aneddotica vuole che i Niemen siano originari dei territori della Bielorussia e della Lituania. La memoria di famiglia, tramandata oralmente, racconta come il primo dei Niemen fosse stato un giullare alla corte dello zar, e che avesse assunto quel nome prendendolo a prestito dal fiume Niemen che attraversa quelle regioni, sfociando nel Mar Baltico.
La grande famiglia Niemen è composta da burattinai, giostrai, circensi e artisti di varietà: artisti girovaghi, legati agli spettacoli di piazza. La pluralità dei mestieri esercitati è scelta inevitabile, dato che i Niemen sono numerosissimi e stringono molteplici legami di parentela con altre famiglie circensi: i Medini, i De Bianchi, i Caveagna, i Gerardi, i Casertelli, i Togni…
Da perfetti conoscitori della “piazza”, i Niemen hanno saputo all’occorrenza mettere in scena spettacoli con burattini o marionette (anche contemporaneamente in un’unica baracca), inventare numeri per il circo oppure, in mancanza d’altro agivano come saltimbanchi nelle osterie, o come narratori nelle stalle dove la gente si radunava la sera per ascoltare storie fantastiche, che altro non erano poi che i copioni del loro repertorio raccontati.